Just another WordPress.com weblog

Articoli con tag ‘auto-shiatsu’

SELF-SHIATSU per dire addio allo stress!!

Lezioni individuali o di gruppo  di Self-Shiatsu
con il tuo Personal Trainer esperto in arti orientali

Self-Shiatsu è un percorso di sviluppo personale, ricerca, scoperta, salute e divertimento attraverso l’auto trattamento dei meridiani e dei punti, esercizi di respirazione, rilassamento e concentrazione, ed i rimedi naturali e personalizzati in base alla propria costituzione e condizione di salute.

Questa pratica è consigliata anche dal istituto tumori di Milano Cascina Rosa

E’ consigliato un abbigliamento: comodo/sportivo (si consiglia tuta da ginnastica in tessuto naturale) e materiale per prendere appunti.
Lezioni individuali di 30 minuti   –   lezioni di gruppo di 60 minuti

Docente:
Nadia Simonato docente e operatrice Shiatsu – Do In – Filosofia Macrobiotica   cell. 3357050842

“Operatore Shiatsu – libera professione di cui alla legge 4/2013”

Filmati

4348804451_016df3f187_o

Annunci

Serata di presentazione corsi……..commenti dei partecipanti!!

Serata di presentazione delle attività del Centro Tao Network ospiti della piscina più profonda del mondo The Deep Joy a Montegrotto Terme tra trattamenti, lezione di Self-Shiatsu e conferenza sullo Shiatsu

imgres

Dalle profondità acquatiche a quelle interiori dovute alla pressione Shiatsu!! Ecco i commenti dei partecipanti!!

Grazie a tutti perchè con la loro presenza hanno reso possibile l’evento!!

Vi aspettiamo il 28 ottobre alle ore 18.30 alle 22.00 per inizio corso base…………a presto!!

IMG_6556

Ho trovato l’esperienza davvero molto rilassante, nello specifico le sensazioni che provo ora sono estrema leggerezza, estremo piacere, estremo rilassamento, soprattutto nella schiena e nelle gambe. Sinceramente mi aspettavo  sensazioni del genere ma provarle è sempre un’altra cosa. Se penso alla giornata in movimento che ho avuto e se penso alla leggerezza e al relax che provo ora trovo l’esperienza davvero incredibile!! Federico

10933836_10204843206311306_8359206442356909226_n

L’operatore che mi ha seguito, mi ha dato la possibilità di percepire delle sensazioni tipo vibrazione, sull’intero corpo e poi le pressioni che ho sentito sembrava come se stessi esplodendo e uscendo da un guscio dove per anni sono stata chiusa! Sensazioni molto piacevoli e come primo approccio con lo Shiatsu, molto interessanti!! Grazie per questa opportunità!!Iana

Immagine

Voglio ringraziare Nadia per avermi avvicinata a queste tecniche, devo dire di aver tratto un gran benefici a livello di relax generale e fisico. Mi stavo quasi addormentando. Grazie di tutto………Claudio

Calendario corsi di base  2015 – 2016 

a cadenza settimanale
dalle 19 alle 22.30
28 ottobre – 4 novembre – 11 novembre – 18 novembre -25 novembre – 2 dicembre – 9 dicembre – 16 dicembre – 13 gennaio -20 gennaio

a fine settimana
dalle 10 alle 18 il sabato
dalle 9 alle 17 la domenica
16 e 17 gennaio – 31 gennaio – 6 e 7 febbraio

Il corso base permette l’apprendimento di:
  1. una serie di esercizi di auto-trattamento utili per recuperare e/o mantenere il benessere psicofisico
  2. un trattamento di tutto il corpo  utile da pratica in famiglia o con gli amici
  3. ci permette di capire se abbiamo la propensione e i talenti di base per poter diventare un professionista del settore

SHIATSU formazione professionale

IMG_6506
Corsi di  FORMAZIONE TRIENNALI E INTRODUTTIVI  DI SHIATSU riconosciuti dalla  FEDERAZIONE ITALIANA SHIATSU INSEGANTI E OPERATORI    docente 

NADIA SIMONATO della  FEDERAZIONE ITALIANA SHIATSU INSEGNANTI E OPERATORI www.fisieo.it 

presso The Deep Joy  Y – 40 

Logo Millepini e Y-40

Mercoledì 14  ottobre dalle 18.30  alle 22  serata di presentazione a ingresso libero-

prenotazione obbligatoria  –  cell. 3357050842

Shiatsu una Antica Arte …una moderna professione!!

PROGRAMMA 

ore 18.30 trattamenti dimostrativi  

–  ore 19.30  lezione di Self-Shiatsu  

– ore 20.30  conferenza “Shiatsu origini ed effetti”

seguici su Facebook  dove puoi trovare tutti gli eventi e informazioni

loc14ottobre1

Programma

Il Centro Tao Network di Abano Terme www.centro-tao.it propone un programma di studio aggiornato, sperimentato e concreto in grado di darvi una preparazione solida con cui costruirvi una vera professionalità. Il percorso di studio dello Shiatsu si articola in lezioni settimana + weekend di approfondimento per un totale di 600 ore.

Chi desidera seguire un percorso professionale conseguendo il Diploma della Scuola di Shiatsu, e preparandosi all’esame di iscrizione al ROS FISieo (Registro Italiano Operatori Shiatsu) della FISieo (Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori), ha a disposizione un curriculum di studi conforme ai criteri di legge e agli standard della FISieo. Per completare la propria preparazione, oltre a corsi professionali avanzati specifici, potrà usufruire anche di lezioni e trattamenti individuali, pratica guidata e supporto alla stesura della tesi. Vediamo più in dettaglio il programma dei corsi di Shiatsu:

10933836_10204843206311306_8359206442356909226_n

Costo corso Base  € 300+ € 20 di tessera associativa
Calendario corsi di base  2015 – 2016 
a cadenza settimanale

dalle 18.30 alle 22.00
28 ottobre – 4 novembre – 11 novembre – 18 novembre -25 novembre – 2 dicembre – 9 dicembre – 16 dicembre – 13 gennaio -20 gennaio

a fine settimana
dalle 10 alle 18 il sabato
dalle 9 alle 17 la domenica
16 e 17 gennaio –  6 e 7 febbraio

Il corso base permette l’apprendimento di:
  1. una serie di esercizi di auto-trattamento utili per recuperare e/o mantenere il benessere psicofisico
  2. un trattamento di tutto il corpo  utile da pratica in famiglia o con gli amici
  3. ci permette di capire se abbiamo la propensione e i talenti di base per poter diventare un professionista del settore

Costo corso 1° livello € 1.200
riservato a chi ha già partecipato al corso base –
comprensivo di iscrizione alla Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori www.fisieo.it

Costo corso 2° e 3° livello € 1.500

comprensivo di iscrizione alla Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori  www.fisieo.it

Per info e iscrizioni Centro Tao Network di Abano Terme
cell. 3357050842 simonato.nadia@alice.it
Programma 1* livello

Self-Shiatsu e Do In esercizi di base
Stretching dei Meridiani
Filosofia e applicazioni di Yin e Yang
Trattamento di base completo: posizione supina, prona, seduta
Elementi fondamentali ed esercizi per: una pressione e una postura corrette Kyo e Jitsu

Relazioni e reazioni del Sistema Nervoso Autonomo Meridiani principali della Medicina Tradizionale Cinese Trattamento e valutazione di Hara
Valutazione visiva e posturale

Introduzione alla teoria delle 5 trasformazioni: ciclo di nutrimento e ciclo di controllo Punti Yu e Bo
Filosofia Macrobiotica: salute e malattia, i tre tipi di guarigione, accumuli e scariche Anatomia (embriologia, app. scheletrico, articolare e muscolare)

Programma 2° livello

Self-Shiatsu e Do In approfondimento
Stretching dei meridiani ed esercizi Zen per immagini
Elementi fondamentali ed esercizi per una corretta pressione e postura Sistema Masunaga: introduzione, principi di base, meridiani

Sequenze trattamento singoli meridiani di Masunaga
Trattamento di base: posizione laterale e seduta
Filosofia Macarobiotica: 7 livelli di salute e di malattia, l’evoluzione biologica Anatomia (topografia, struttura e funzione di organi e visceri)

Programma 3° livello

Self-shiatsu e Do In approfondimenti
Esercizi per riequilibrio energetico, esercizi Zen per Immagini
Completamento dello studio del Sistema Masunaga
Applicazioni dello shiatsu e della Filosofia Macrobiotica a squilibri specifici
Filosofia Macrobiotica: la spirale della creazione, la spirale spirituale, i 7 livelli di giudizio Anatomia (sistema nervoso centrale e periferico, sistema endocrino)
Principi di Etica Professionale e deontologia

logo_centroTAO-network.3

banner_grande2

Workshop Shiatsu familiare al FESTIVAL D’ORIENTE – Padova Fiere

IMG_6521

Venerdì 11 dicembre dalle ore 21 alle 22 workshop gratuito la Festival d’Oriente a Padova 

Nella cultura giapponese questa antica arte veniva praticata a livello familiare.

Per poter sposare una ragazza, il futuro marito doveva dimostrare di essere in grado di praticare shiatsu e potersi prendere cura della salute della sposa.

Le semplici manovre di base di questa pratica sono utili per migliorare la comunicazione non verbale anche a livello familiare.

Per chi desidera conoscerne alcune semplici e efficaci manovre da usare con glia amici e i familiari può partecipare a questo seminario.

Seminario 23 e 24 gennaio – 6 e 7 febbraio 

La salute della donna può migliorare con lo shiatsu

MF2-2201

L’attuale  momento storico e sociale  rispecchia  una profonda crisi di identità  dei ruoli maschile-femminile. Cosa vuol dire essere donna o essere uomo, quali principi e regole del passato possono essere ancora attuali e utili nella nostra vita e quali risposte trovare al senso di disagio che emerge sempre più forte?

Ci sono forse regole fisse o ognuna di noi deve trovare le sue risposte personali, cosa ci accomuna alle altre donne e cosa  ci differenzia?

Come e dove trovare energia e risposte nuove e soprattutto sane,  non di imitazione di  ruoli che non ci appartengono ma che soddisfino realmente i nostri bisogni?

Dove poter trovare tutto questo se non dentro noi stesse, dentro il nostro corpo.

Antiche tradizione da quella andina dei popoli Inca, a le tradizioni tantriche e taoiste delle culture orientali, ci confermano che le tecniche corporee possono  essere uno strumento fondamentale per la nostra evoluzione, crescita e scoperta del nostro vero sè.

Sia metodiche di auto-trattamento come:  Do In,  Yoga,  Qi gong, anche tecniche come il massaggio, la moxa, Tuina, agopuntura, ecc, posso essere applicate con ampia soddisfazione in problematiche legate alla sessualità.

Tra le tante possibili pratiche che posso aiutarci un questa ricerca, una serie di trattamenti shiatsu  con un professionista esperto posso rappresentare un valido aiuto nel percorso di autoconoscenza.

Lo  Shiatsu è un approccio al corpo non solo come cura e soluzione di problemi, ma è soprattutto un approccio alla crescita ed alla libera espressione del potenziale della persona e  aiuta l’individuo a rendersi cosciente del suo potere e ad allinearsi con la coscienza di gruppo, a superare i blocchi energetici accumulati nel passato e rivela la possibilità di espansione e di trasformazione nel presente. (Traumi, violenze,  condizionamenti……)

Con questa tecnica lavoriamo a vari livelli di energia a partire dal livello più denso ( le ossa) fino ad ambiti più sottili, comprendendo le emozioni e il  modo di pensare e di percepire.

Pur essendo i problemi esistenziali  eguali per tutta l’umanità, il processo di guarigione è unico e speciale per ognuno di noi.  E’  perciò necessario saper valutare le priorità nel trattamento.

La priorità è la cosa più urgente (l’area del corpo o il sistema  energetico che più urgentemente necessita di essere trattata o trattato), modificando la quale si crea una risposta di tutta la persona.

Una buona analogia per il concetto di priorità e la sequenza di trattamento è quella della combinazione di una cassaforte,  per aprirla dobbiamo usare i numeri giusti nella sequenza  giusta.

Essere  in buona salute è manifestare  completamente la propria creatività.

La  cellula uovo  fecondata contiene già tutte le informazioni necessarie per creare una delle forme di vita più complesse (quella umana), ma durante la nostra crescita subiamo vari tipi di impedimenti e limitazioni alla nostra espressione, questo ci porta ad accumulare stress, malattia, infelicità.

Durante la sua  vita una donna è  continuamente sottoposta a profondi stress dovuti alle trasformazioni ormonali del corpo:

  la pubertà (profonda trasformazione fisica, emozionale, psichica)

  • le varie fasi dell’ovulazione (durante l’età  feconda),
  • la gravidanza (massimo momento di creazione)
  • la maternità e allattamento (capacità di accogliere, nutrire, amare, ecc.)
  • la sessualità (come espressione di sè e di relazione con l’altro)
  • la menopausa (come fine dell’età fertile, ma scoperta di nuovi spazi di espressione e di libertà anche della sessualità)

Questo è ovviamente solo un elenco, ma in ognuna di queste fasi la donna vive aspetti diversi  e ogni donna, è un mondo a sè. Per molte donne la fase della menopausa per esempio, rappresenta un periodo complesso e temuto, per altre bastano pochi accorgimenti per attraversare  questo passaggio in modo naturale e sereno.

Possiamo per esempio riscontrare durante delle fasi di forte stress,  che l’organismo con lo scopo di risparmiare energia,  inibisce il normale flusso del ciclo mestruale, o rallenta il desiderio sessuale.

Osservando la postura possiamo notare lo stress presente nell’organismo. La funzione dei nostri sistemi energetici è direttamente collegata alla nostra condizione biologica, emotiva e psicologica, ed essa viene espressa dalla postura.

Spesso dopo una gravidanza o in caso di mestruazioni dolorose   possiamo osservare dei dissallineamenti a livello dell’osso pubico, che compromette tutto l’allineamento e il fluire  energetico  dell’area pelvica.

In questi casi possiamo intervenire con gli aggiustamenti dolci, con l’auto-trattamento dell’osso pubico che la donna può imparare e praticare regolarmente, con interessanti benefici per tutta l’area uro-genitale.

Altre aree di intervento di un buon operatore Shiatsu sono l’addome (hara) e la schiena, in entrambe queste zone  è possibile fare una valutazione energetica dei vari organi e di conseguenza organizzare il trattamento. Per le tematiche femminili sono molto importanti le articolazioni delle anche e le caviglie, meridiani dell’elemento Terra (Stomaco e Milza), ma anche l’elemento Acqua (Rene e Vescica Urinaria) ecc.

A qualche livello tutti i meridiani posso essere coinvolti sulle tematiche sessuali e l’abilità dell’operatore sta proprio nel saper individuare di volta in volta cosa stimolare.

Ma l’obiettivo primario dei trattamenti sarà  aiutare la donna ad aumentare la conoscenza del suo corpo,  apprezzarlo,  amarlo, imparare ad accertarne i ritmi e vivere con maggior consapevolezza il suo essere unica.

Nadia Simonato 

Particolari…punti di vista.

L’ARTE DI IMMAGINARE: LA FOTOGRAFIA, IL COLORE, IL MOVIMENTO….
Esperienza attraverso le immagini, i colori e la gestualità

sabato 14 aprile dalle 15.00 alle 18.30 sul Monte Ceva (parch. Hotel Belvedere)
(giovedì 26/4 alle 20.30 serata di condivisione)

Fotografia significa “scrittura di luce” o “con la luce”: l’etimologia offre il senso e descrive la bellezza di un gesto che prima o poi molti hanno compiuto: scattare una foto. La luce, il luogo, il movimento, la relazione con altre persone, trasformano questo semplice atto in un’esperienza emozionante, un momento magico, irripetibile, ma che si può in parte rivivere rivedendo l’immagine e condividendo quella emozione.

Vi proponiamo esperienze a tema (sabato pomeriggio)
+  una serata di condivisione (giovedì sera presso lo Studio di Montegrotto):
•    per sperimentare il piacere di cercare e riconoscere situazioni e aspetti della natura che spesso trascuriamo
•    per vivere un atto creativo muovendosi nell’ambiente e osservandolo, memorizzando attraverso la macchina fotografica le immagini e le emozioni
•    per condividere con altri queste esperienze
Non sono necessari mezzi e conoscenze tecniche particolari (basta una qualsiasi macchina fotografica), ma solo il desiderio di sperimentarsi e mettersi in ascolto di sé, degli altri e della natura.

Emilio Sartoratti, fotografo ed educatore    http://www.scriverediluce.wordpress.com    – e.mail emisar5@libero.it
Nadia Simonato, operatrice e insegnante di Shiatsu   http://www.shiatsunaet.wordpress.com  – e.mail  nadiasimonato@tairere.it

Per info e adesioni scrivere a: info@tairere.it  o telefonare al 3403355710

 

Visioni ….d’insieme.

Sabato 17 marzo dalle 15 ale 18.30  uscita esperienziale a Villa Beatrice – Monte Gemola nei Colli Euganei con Emilio Sartoratti e Nadia Simonato.

L’incontro fa parte del ciclo

L’ARTE DI IMMAGINARE:
LA FOTOGRAFIA, IL COLORE, IL MOVIMENTO
ciclo di esperienze
attraverso le immagini, i colori e la gestualità

Fotografia significa “scrittura di luce” o “con la luce”: l’etimologia offre il senso e descrive la bellezza di un gesto che prima o poi molti hanno compiuto: scattare una foto. La luce, il luogo, il movimento, la relazione con altre persone, trasformano questo semplice atto in un’esperienza emozionante, un momento magico, irripetibile, ma che si può in parte rivivere rivedendo l’immagine e condividendo quella emozione.

Vi proponiamo un ciclo di tre incontri-esperienze a tema (sabato pomeriggio)
seguiti ognuno da una serata di condivisione (giovedì sera presso lo Studio di Montegrotto):
•    per sperimentare il piacere di cercare e riconoscere situazioni e aspetti della natura che spesso trascuriamo
•    per vivere un atto creativo muovendosi nell’ambiente e osservandolo, memorizzando attraverso la macchina fotografica le immagini e le emozioni
•    per condividere con altri queste esperienze
Non sono necessari mezzi e conoscenze tecniche particolari (basta una qualsiasi macchina fotografica), ma solo il desiderio di sperimentarsi e mettersi in ascolto di sé, degli altri e della natura.

Giovedì 22 marzo si terrà la serata di condivisione presso lo studio di Psicologia di Montegrotto in viale delle Terme 136
Programma degli altri incontri

“Particolari …punti di vista”
•    sabato 14 aprile dalle 15.00 alle 18.30 sul Monte Ceva (parch. Hotel Belvedere)
(giovedì 26/4 alle 20.30 serata di condivisione)
“Persone …nella natura”
•    sabato 12 maggio dalle 15.00 alle 18.30 a Villa Draghi (Montegrotto)
(giovedì 24/5 alle 20.30 serata di condivisione)

Costi:  tutto il ciclo 90 euro (3 incontri e 3 serate) compreso di tessere associative “Tairerè” e “A passo lento”
un solo  incontro 40 euro (compresa serata di condivisione)

Gli incontri saranno introdotti e accompagnati da:
Emilio Sartoratti, fotografo ed educatore    http://www.scriverediluce.wordpress.com    – e.mail emisar5@libero.it
Nadia Simonato, operatrice e insegnante di Shiatsu   http://www.shiatsunaet.wordpress.com  – e.mail  nadiasimonato@tairere.it

Per info e adesioni scrivere a: info@tairere.it  o telefonare al 3403355710

Il linguaggio del corpo e gli effetti della pressione Shiatsu

Il nostro corpo parla, a noi e agli altri.  E’ continuamente stimolato da aspetti ambientali, chimici, fisici ed emozionali, c’è un continuo carosello dentro e fuori di noi.  In tutto questo il nostro corpo deve trovare un suo equilibrio.

Ogni cellula del nostro corpo contiene la nostra storia nel suo insieme. In modo intelligente il corpo si fa carico di tutto lo stress inrisolto (le stimolazioni che non si sono completamente dissipate) e cerca grazie a svariate modalità di compensazione di trovare quanto più equilibrio gli è possibile. Questo richiede molta energia.

Lo stress è il momento fra la stimolazione e l’adattamento, in realtà questa è una fase positiva che permette al corpo di valutare lo stimolo ed integrarlo, quando questo non avviene abbiamo dello stress inrisolto che si va  depositare  nell’organismo.
Spesso vecchi ricordi, vecchi schemi del passato sono presenti nel corpo e limitano la sua espressione nel momento presente.

Il tessuto corporeo ha una sua memoria. Esso registra le immagini, i suoni, l’odore, il gusto e le stimolazioni che sono presenti durante una esperienza traumatica o durante una periodo particolarmente difficile nella vita di una persona. Abbiamo il micro stress e il macro stress.
Il micro-stress è dato dall’accumularsi nel tempo di abitudini negative, condizionamenti esterni, sentimenti repressi, pensieri negativi, ecc. Il macro stress è dovuto a traumi improvissi, shock, veleni, eventi traumatici sia fisici, sia emozionali.
Entrambi questi tipi di stress possono colpire a vari livelli: fisico, chimico, emotivo, psicologico, spirituale, e tutti questi livelli sono collegati tra loro.
C’è poco entusiasmo nella vita di questa persona, e tutto è molto faticoso. Molta energia è investita in questo meccanismo di compensazione e controllo e la persona si trova più a sopravvivere che a vivere.
Lo stress inrisolto nel  corpo mi inibisce il passaggio di informazioni tra i vari sistemi energetici e i tessuti causando inoltre una condizione di vuoto e di bisogno profondi.
Le compensazioni che il corpo attua per sopportare lo stress inrisolto vanno a modificare gli allineamenti ottimali della nostra struttura e questo si ripercuote su tutto l’insieme dell’individuo.
Il nostro corpo è costruito per operare efficientemente con la forza di gravità. Quando godiamo di un buon allineamento, possiamo accogliere la forza di gravità e dissiparla attraverso la struttura, abbiamo una sensazione di movimento, libertà e leggerezza.
Quando invece c’è un disallineamento, le forze della gravità e del movimento (specialmente quando corriamo e camminiamo) si piantano nel corpo, causando pesantezza e compressione. In altre parole la vita diventa pesante.  Anche il semplice camminare, può essere una attività di apertura, di espansione, di incontro con il mondo; oppure può esprimersi all’insegna della difesa, del contenimento, della paura. Nel camminare, virtualmente, la spinta parte dal piede, che stabilisce un solido contatto con la terra, permettendo così alla fascia pelvica di muoversi libera e ben sostenuta dalle gambe, senza l’intervento di altri punti di  sostegno (collo, spalle,torace, schiena, addome).
Quando il corpo non è allineato richiede molta più energia per funzionare, i muscoli sono costretti a sopportare un lavoro molto più grande, si induriscono, sono costretti in un ruolo che non compete loro.
E’ sufficiente un disallineamento di 1 o 2 centimetri per aumentare, raddoppiare lo sforzo che il nostro corpo deve fare per sorreggere la nostra testa.
Tutto ciò non è mai statico e fisso. La qualità fondamentale di un organismo vivente è la sua capacità di mobilità spontanea.  Il movimento è connaturato al processo vitale dell’organismo stesso. Abbiamo perciò una netta interdipendenza tra blocchi, tensioni muscolari e tipo di movimento.  Il movimento contiene in sè la tendenza al cambiamento e si contrappone invece alla cristallizzazione.
La funzione dei nostri sistemi energetici è direttamente collegata alla nostra condizione biologica, emotiva e psicologica, ed essa viene espressa dalla nostra postura.
Per analogia possiamo  immaginare una fabbrica dove la maggior parte del personale è impegnato in lavori direzionali e non c’è abbastanza manodopera alla produzione, non è certo in grado di reggere allungo alla concorrenza del mercato e è continuamente a rischio di fallire.  Allo stesso modo si muove il nostro corpo quando siamo sovraccarichi di stress.
Grazie al contatto, alla pressione dolce, costante  e perpendicolare il lavoro dello shiatsu stimola in noi sensazioni presenti già al momento del nostro concepimento e continuate per tutta la nostra permanenza nel grembo materno.
La pressione permette una riequilibrio nel nostro sistema nervoso (orto-para) e stimola il corpo ad aprirsi, integrare e lasciar andare. Recuperando vitalità, forza, entusiasmo da poter investire liberamente nel momento presente.
L’importanza della stimolazione cutanea è stata ampiamente dimostrata anche scientificamente, mi riferisco al lavoro di Ashley Montagù, anatomista e antropologo che ha evidenziato come la pelle sia un veicolo di comunicazione tanto efficiente che riflette non soltanto lo stato della nostra salute, ma addiritura contribuisce a determinarla.
Aggiustamenti dolci, rispettosi del corpo, che gli diano indicazioni di cambiamento, che lo aiutano ad integrare sono la base di questa antica arte della salute.
Spesso il nostro corpo attraverso il dolore chiede ascolto,  attenzione e rispetto, meno sono disponibile all’ascolto più lui sarà costretto ad usare campanelli d’allarme più  forti.
Ascolto, apprezzamento   e rispetto della nostra unità corpo, mente e spirito, sono gli  strumenti per recuperare vitalità, salute, armonia e creatività.
Creatività che in ultima analisi rappresenta la manifestazione della nostra salute, del nostro movente per essere qui, la nostra spinta alla vita.
Creatività nella piccole cose di tutti i giorni, esperire il piacere di vivere nella condivisione del quotidiano, nella capacità di leggere i giochi della vita come opportunità e non come ostacoli.
In altre parole essere  vivi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: