Just another WordPress.com weblog

Archivio per maggio, 2013

Shiatsu e sensibilità primitiva (un articolo di Shizuto Masunaga)

ViVa Shiatsu, lo Shiatsu a Torino

“SENSIBILITÀ DIFFERENZIATA E SENSIBILITÀ PRIMITIVA”

di Shizuto Masunaga tratto da “Shiatsu et médicine orientale” ed. Le Courrier du Livre. Traduzione di Mario Vatrini

Brano estratto da un articolo della rivista SHIATSU DO n. 25 – luglio 2003

I sensi di: vista, udito, olfatto, gusto e tatto, ovvero i cosiddetti 5 sensi, sono quelli che ci permettono di percepire e distinguere gli uni dagli altri i fenomeni esterni.
Per estensione, essi caratterizzano anche la specifica sensazione percepita da ciascuno di essi.
Ma è ben noto che esistono, oltre a questi cinque, anche i sensi della motricità, dell’equilibrio (postura del corpo), della sensibilità degli organi interni, e così via… in corrispondenza con le condizioni interne dell’organismo. Sono questi dei sensi che, per la relazione che hanno con l’attività basale di vita dell’organismo, portano alla coscienza delle sensazioni come quelle di soffocamento, di fame, di bisogno d’evacuare, etc…; sono ulteriormente classificati per questa…

View original post 678 altre parole

Annunci

Master Shiatsu & Donna SEAO

GIOVEDI’ 25 APRILE. PRIMA INVASIONE: ISOLA DELLA GIUDECCA, VENEZIA

gamberettarossa

In una giornata calda e limpida di primavera cosa c’è di meglio di una bella passeggiata a Venezia, anzi nella Venezia minore solo perché non è ipertrofica come i turisti nei percorsi mordi e fuggi in centro storico? Io arrivo tardi, è festa anche per me e per mettermi in carreggiata impiego più tempo del solito. Sul vaporetto, circondata dai sopra citati turisti che a volte vorrei gettare in acqua che tanto chissà se a loro Venezia interessa davvero, scopro che su un telefono in dotazione posso scaricare quanto necessario per contattare gli organizzatori, da tempo già a passeggio proprio alla Giudecca. Cip cip, li sento in 140 caratteri, mi dicono di essere nientepopodimeno che alle Zitelle. Vi sono ben tre fermate del vaporetto alla Giudecca: Palanca, Redentore, Zitelle. Quest’ultima è la mia fermata, non c’è che dire.

100_0512

Sono tre, pochi ma buoni, Elena Alvise e Cristina

View original post 1.030 altre parole

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: