Just another WordPress.com weblog

Archivio per marzo, 2016

Riflessologia facciale

Shiatsunaet's Blog

images

Stress, insonnia, dolori alle articolazioni, fastidi legati alla menopausa, problemi di digestione e di memoria: tutti disturbi normalmente curati con medicine varie, ma che possono essere alleviati anche con l’aiuto della riflessologia facciale.

Il viso, come altre parti del corpo,  infatti ha un alto numero di nervi e di vasi sanguigni, di conseguenza attraverso la pressione di alcuni punti è possibile influenzare le dinamiche relative ad altre parti del corpo.

Sedute individuali su appuntamento e lezioni di gruppo

Nadia Simonato
docente e operatrice shiatsu e filosofia orientale  della Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori

INFO  & ADESIONI  info@tairere.it     cell.  3357050842

Abano Terme  Via Barsanti 17

View original post

Annunci

L’ombelico sano e la sua diagnosi nella medicina orientale

L’importanza diagnostica dell’ombelico affonda le sue radici nel Nanjìng, ma questa zona anatomica presenta applicazioni cliniche utili anche per le malattie dei nostri giorni. L’ombeli…

Sorgente: L’ombelico sano e la sua diagnosi nella medicina orientale

12 consigli per viaggiare da sola in sicurezza

Viaggiare da sole è un diritto. E anche tornarne vive. #viajosola #travelblogger

Sorgente: 12 consigli per viaggiare da sola in sicurezza

Yin e Yang secondo Tiziano Terzani (video)

La tartaruga sacra #ZhuangZi #Taoismo

I Ching, Numerologia Orientale e Feng Shui

tartaruga 05Chuang-Tzu passeggiava sulle rive del fiume Pu. Il re di Chou inviò due alti funzionari con la missione di proporgli la carica di primo ministro. La canna tra le mani e gli occhi fissi sulla lenza, Chuang-Tzu rispose: “Mi hanno detto che a Chou venerano una tartaruga sacra che morì tremila anni fa. I re conservano i suoi resti in un altare di famiglia, in uno scrigno coperto da un manto. Se il giorno che pescarono la tartaruga le avessero dato la possibilità di scegliere fra morire vedendo i suoi resti adorati per secoli e continuare a vivere con la coda sepolta nel fango, che cosa avrebbe scelto?” I funzionari risposero: “Vivere con la coda nel fango.” “Ebbene, questa è la mia risposta: preferisco che mi lascino qui, con la coda nel fango, ma vivo.”

(Chuang-Tzu, brani scelti da Ottavio Paz, Oscar Mondadori)

View original post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: