Articoli con tag ‘respirazioni’

Collo e spalle rigide?!

Sempre più persone lamentano dolori e tensioni al collo.
Il collo ha il grosso compito di collegare la testa con la pancia, i  pensieri con le emozioni, e sostenere il peso della testa, ricordiamoci che anche un piccolo disallienamento può causare un lavoro importante della muscolatura del nostro collo e spalle.
Per aiutare il collo a restare flessibile e rilassato
possiamo praticare  qualche esercizio semplice ma mirato.
Questa sequenza per le cervicali da ripetere più volte al giorno, non richiede abbigliamento  o contesti particolari, bastano solo pochi minuti. Sono esercizi che si possono svolgere anche in un ambiente di lavoro, e nelle pause, così facendo a fine giornata ne avremo già tratto beneficio, e già dedicato tempo e attenzione al nostro benessere.
Mantenendo in buona salute le nostre cervicali aiutiamo tutta la nostra colonna, in particolare la zona lombare, e aumentiamo la nostra flessibilità sia fisica che mentale.

1) Dondolare  la testa come a dire SI con la bocca leggermente schiusa, lentamente più volte ascoltando eventuali suoni emessi dalla nostra colonna.
2) Muovere la testa come per dire NO, lentamente mantenendo l’ascolto al corpo. Entrambi questi movimenti per almeno 30 secondi
3) Pronare in avanti il mento cercando di muovere il meno possibile il collo e rilassando bene la mandibola, tenendo la bocca schiusa. Ripetere una decina  di volte.


4) Lasciare cadere di lato la testa verso la spalla stirando bene il lato opposto, mantenere la posizione per 3 respiri e poi ripetere all’altro lato. Ripetere 5 volte per lato.
5) Portare contraendo le spalle verso le orecchie, trattenere e poi con bel respiro lasciarle cadere verso terra, ripetere almeno 3 volte

Auto-trattamento dell’orecchio

Una semplice ma utile pratica che possiamo fare per il nostro benessere è l‘auto-shiatsu. Questa tecnica che affonda le radici in antiche pratiche per la salute non ha particolari contro indicazioni, è possibile trattare tutto il corpo o anche solo delle parti.

Nella mia esperienza come operatore ho avuto modo di estrapolare alcuni esercizi,  che una persona può inserire facilmente  nel suo quotidiano anche in ambienti e tempi come quelli lavorativi. Una delle parti che facilmente possiamo stimolare è l’orecchio.

 

Trattare l’orecchio è particolarmente interessante in casi di:

stanchezza, tensione al collo, freddo, affaticamento visivo, tensione alla testa,  dolori alla schiena, ecc.

Bastano 5 minuti di tempo, una posizione comoda, seduti o in piedi, le mani libere e pulite, e prima di cominciare riscaldiamo le mani sfregandole tra di loro.

1) Prendiamo con entrambe le mani il lobo di un orecchio e lo massaggiamo e stimoliamo come per ammorbirlo sotto le dita, questa parte del lavoro va  stimolare in modo particolare la testa.

2) Con entrambe le mani andiamo risalendo lugno la cartilagine dell’orecchio, dito dopo dito come a salire una scala a pioli, con questo moviemento stimoliamo tutta la collanna, prima le cervicali, poi la parte toracica e per finire le lombari e le sacrali

3) pinziamo l’orecchio con una mano sotto e l’altra sopra e con un bel respiro profondo scivolando con le mani tiriamo una verso l’alto e l’altra verso il basso stirando e allungando al massimo tutto l’orecchio (orecchio di Budha)

Prima di ripetere dall’altro lato, chiudiamo gli occhi, ascoltiamo la parte appena trattata, la confrontiamo con l’altra e prestiamo attenzione alle possibili differenze.

Ripetiamo la stessa sequenza anche nell’altro orecchio.

Per finire 3 respiri profondi a occhi chiusi, inviando un pensiero di ringraziamento a noi stessi per esserci dedicati un po’ di tempo e attenzione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: