Articoli con tag ‘benesere’

 

 

Annunci

Esercizi per le cervicali

Immagine

Con questi semplici movimenti si sciolgono le tensione  al  collo e si mantengono flessibili tutte le vertebre cervicali prevenendo l’artrosi o impedendo l’avanzare dei processi artrosici se questi sono già in atto. A livello simbolico i movimenti delle sette vertebre indicano lo scorrere dei giorni in un “ciclo finito”, proprio come indicano i giorni della settimana, le note musicali, i colori fondamentali dello spettro luminoso e le costellazioni.

Immagine

Sedeti in un posizione corretta col busto ben diritto
1) Eseguite piccoli movimenti del capo su e giù, come per accennare un “sì”; essi vanno a muovere e riscaldare la prima vertebra cervicale. Se volete verificare il movimento, portando le mani sotto la nuca esercitate una lieve pressione con la punta delle dita, proprio dove sentite un avvallamento.
2) Piccoli movimenti laterali del capo da destra a sinistra come per accennare un “no” muovono e riscaldano la seconda vertebra cervicale; ne potete verificare il punto facendo scorrere la punta delle dita sull’apofisi che sporge.
3) Una piccola flessione del capo verso il basso e la spalla destra, poi verso il basso e la spalla sinistra, vanno a muovere e riscaldare la terza vertebra, che potete ancora verificare con la pressione delle vostre dita.
4) Il viso che ruota fino a portarsi di profilo, a destra e a sinistra reca beneficio e riscalda la quarta vertebra. Ruotando il capo verso destra destra rilassate il braccio destro per verificare con le dita della mano sinistra il punto, quindi rilassate il braccio sinistro per la verifica con la mano destra.
5) Spingere il mento in avanti e lievemente verso l’alto in modo che si allunghi un poco, porta beneficio alla quinta vertebra cervicale.
6) Spingere ancora fino ad inarcare il collo, volgendo il viso al cielo, porta l’azione riscaldante alla sesta vertebra.
7) Incurvare il collo per guardare verso il basso, finchè il mento va a toccare lo sterno, porta una trazione cervicale che interessa soprattutto la settima vertebra.

Immagine

Preparazione atletica del Golfista

Immagine

Che la pratica del Golf, sia seguita come una disciplina sportiva, o un divertimento, perchè possa essere una attività piacevole e salutare, richiede in ogni caso di sviluppare alcune qualità di base come la concentrazione, la calma e una buona flessibilità sia fisica che mentale.

Osservando un giocatore, ci viene da pensare che questo sia un gioco semplice, che non comporta sforzo alcuno, ma in realtà questo sport richiede la capacità di eseguire gesti tecnici di grande precisione che necessitano di forza, flessibilità, coordinazione e concentrazione per colpire la palla in modo corretto.

Al fine di garantire un buon allenamento armonico ed equilibrato, il giocatore deve organizzare un programma di allenamento dove oltre alle tecniche di base dello sport siano presenti pratiche energetiche e psicofisiche atte a sviluppare le qualità necessarie.

Immagine

La flessibilità è sicuramente la qualità più importante per un giocatore di golf.

La natura ripetitiva dei gesti, rischiano col tempo di usurare tendini, articolazioni e muscolatura per ridurre questi rischi possiamo intervenire con sedute settimanali di shiatsu e pratiche quotidiane di esercizi di self-shiatsu, che con l’aiuto di un buon trainer esperto il giocatore può imparare facilmente e scoprire gli esercizi più adatti alla sua costituzione e condizione fisiche e psichiche.

Grazie agli esercizi di stretching dei canali energetici e di stimolazione dei punti con pressioni di Self-Shiatsu possiamo aiutare tutta la struttura sia muscolare, apportando maggior consapevolezza del proprio corpo e del suo movimento.

Lo shiatsu agisce, grazie all’uso della pressione che l’operatore effettua in modo graduale e perpendicolare sul corpo del giocatore, con specifiche modalità personalizzate di caso in caso, e crea un contesto che permette l’integrazione di stress e tensioni, effetto particolarmente utile per prevenire possibili traumi. Per attivare un percorso di questo tipo è importante rivolgersi ad un operatore qualificato come tutti i professionisti iscritti al Registro Italiano Operatori Shiatsu della Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori www.fisieo.it

Un maggiore benessere fisico comporta anche avere maggior concentrazione, miglior precisione nei colpi e riduce al minimo la stanchezza mentale.

Questo tipo di allenamento non si limita a creare risultati in ambito sportivo, ma agisce in modo globale in merito alla salute psicofisica dell’atleta, possiamo vedere che queste pratiche orientali sono consigliate anche in ambito medico e praticate anche presso Cascina Rosa in un contesto terapeutico.

http://www.istitutotumori.mi.it/istituto/cittadino/cascinaRosa.asp

Nadia Simonato

Immagine

Riflessologia facciale

images

Stress, insonnia, dolori alle articolazioni, fastidi legati alla menopausa, problemi di digestione e di memoria: tutti disturbi normalmente curati con medicine varie, ma che possono essere alleviati anche con l’aiuto della riflessologia facciale.

Il viso, come altre parti del corpo,  infatti ha un alto numero di nervi e di vasi sanguigni, di conseguenza attraverso la pressione di alcuni punti è possibile influenzare le dinamiche relative ad altre parti del corpo.

Sedute individuali su appuntamento e lezioni di gruppo

Nadia Simonato
docente e operatrice shiatsu e filosofia orientale  della Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori

INFO  & ADESIONI  info@tairere.it     cell.  3357050842

Abano Terme  Via Barsanti 17

Vacanza olistica al mare

VACANZA OLISTICA   a SOTTOMARINA
Dal 17 al 23 giugno 2013 

images-1

Una vacanza all’interno della famiglia con:
conferenze e  laboratori con tecniche orientali,
che si chiuderà con un
Weekend per affinità di  coppia: alla scoperta di noi stessi e del nostro patner.”

Con i docenti del Centro Tao Network, una vacanza  in cui il viaggio fisico esteriore si unisce al viaggio interiore: esplorare il mondo ed esplorare se stessi.
La nostra proposta si rivolge a tutte le persone interessate alle tematiche di sviluppo ed evoluzione personale, attratte dalla visione olistica e naturale che desiderano una vacanza che rispecchi i loro interessi.
Nadia Simonato docente e operatrice di Shiatsu e Filosofie Orientali
Valter Vico  docente e operatore Shiatsu, Filosofie Orientali esperto di I Ching
Programma dal 17 al 23  giugno

Tutti i giorni

–  ore 8  “lezione di  Self-Shiatsu  in riva al mare”   30 minuti
In spiaggia per ottimizzare gli effetti degli esercizi potenziandoli con le proprietà dell’aria ricca di iodio,  della sabbia e cullati dal suono delle onde. In caso di mal tempo al coperto.
17 giugno

–  ore 21“Spunti di benessere dalle tradizioni orientali” Conferenza aperta

  18 giugno 

–  ore 21 “Stile di vita e salute nella famiglia” Conferenze aperta
19 giugno 

– ore 18  Laboratorio con  tecniche shiatsu per famiglie. “Manina e Manona”
20 giugno

– ore 21  Video le Tegnùe e prove di immersione in piscina con esperti sub.
21 giugno 

–  ore 21  Ki delle 9 stelle laboratorio sulle  affinità di coppia
22 giugno

– ore 18  Laboratorio  di tecniche di derivazione  shiatsu per la coppia
Sabato sera dopo cena Serata danzante.
Domenica prima di pranzo:  saluti e consegna questionario.

www.centro-tao.it 
 www.wshiatsu.wordpress.com

Info e iscrzioni    www.hotelletegue.it
Hotel Le Tegnue di Sottomarina (VE) Lungomare Adriatico, 48 –
Tel. 39 041 491700 Fax 39 041 493900

L’esperto NAET in farmacia

imagesE’ oramai noto quanto sia importante  sostenere il nostro sistema di difesa per affrontare al meglio il freddo inverno e prepararci alla nuova stagione che bussa alle porte!!
Tutto questo è possibile con   (www.naet-europe.com) il metodo NAET® .
E’ una rivoluzionaria tecnica olistica nata dalla fusione di diverse e complementari discipline radicate nella scienza occidentale e nella tradizione orientale. Si tratta di un metodo naturale, non invasivo che può trattare problemi di ipersensibilità ambientale, alimentare, ecc.

Richiedi una consulenza gratuita con un esperto  NAET e informazioni in merito alla analisi con ricerca IgG della SpireLab

presso la Farmacia Meltias

di Abano Terme  via Roveri 48/A  tel. 049812164

Calendario appuntamenti
giov. 17 gennaio
”      21 febbraio
”      21 marzo
”      18 aprile
”      16 maggio

IS861-048

Ciclo conferenze dedicato alla salute della donna

“La conoscenza rende liberi.”
Ciclo di incontri a tema

Serate di divulgazione culturale su temi di psicologia, arti e medicine complementari per il benessere del corpo e dell’anima.
Tutti gli incontri  del mese  di maggio saranno dedicati all’energia femminile

Venerdì 4 maggio
Come possiamo accompagnare con lo Shiatsu la donna attraverso le varie fasi della vita in modo dolce,  profondo e non invasivo.
Gianpiero Brusasco docente e operatore Shiasu e Floriterapeuta
Nadia Simonato docente e operatrice  Shiatsu e filosofia orientale

Venerdì 11 maggio
Il  risveglio del femminile. Conferenza di presentazione del seminario introduttivo per migliorare le conoscenze sulla sessualità, conoscere i disturbi urogenitali e le risorse terapeutiche per affrontarli.
Rivolto a operatori Shiatsu, naturopati, psicologi, ostetriche e assistenti sanitari.
Marisa Martinelli Psicologa e Psicoterapeuta
Nadia Simonato docente e operatore Shiatsu e filosofia orientale

Venerdì 18 maggio
Il ciclo ormonale femminile come specchio dell’equilibrio emotivo: floriterapia e naturopatia a sostegno della donna.
Matilde Vindigni Naturopata e Floriterapeuta
Christian Padoan Farmacista

Con il patrocinio della città di Abano Terme  PD

Ore 20.30 –      Ingresso libero  –      E’ gradita una conferma
Marisa Martinelli  3339455084    –  Nadia Simonato   3357050842     
     info@tairere.it                               http://www.shiatsunaet.wordpress.com
Studio di Psicologia
Viale delle Terme 136     Montegrotto Terme PD

Stress & Emozioni

E’ in aumento  il numero delle persone sotto stress. Secondo un’indagine condotta su un campione di italiani tra i 18 e i 64 anni, infatti, la tensione nervosa colpisce 8 italiani su 10.

Fra le cause principali:il lavoro e le difficoltà familiari.

Stress è un termine molto generico, al quale ogni persona attribuisce significati diversi. I ritmi di vita spesso insostenibili e la perenne lotta contro il tempo per portare a termine le proprie attività, infatti, portano a un progressivo sovraccarico del sistema nervoso, che si può manifestare con differenti disagi mentali e con disturbi fisici di vario tipo.
Allo stress si associano  fondamentalmente quattro stati d’animo ben precisi: agitazione e ansia, paura, rabbia, depressione e mancanza di reattività. In alcuni individui uno di questi stati d’animo è prevalente, ma spesso essi si sovrappongono e si associano.

In alcuni casi lo stress prosciuga la persona di ogni energia e vitalità. Gli stressati apatici hanno l’impressione che tutto sfugga loro di mano e di conseguenza diventano tristi, depressi, perdendo la voglia di fare e l’interesse verso ogni aspetto del mondo esterno.

Se in certi casi lo stress causa apatia e depressione, in altri ha l’effetto opposto: alcune persone particolarmente stressate diventano iperattive, agitate e ansiose. Non riescono a vivere in maniera rilassata e fremono di fronte a qualsiasi piccolo imprevisto.

Chi è costretto a seguire ritmi intensi può reagire diminuendo la sua soglia di sopportazione e di tolleranza, diventando facile preda dell’ira e degli scatti nervosi. La rabbia si associa quasi sempre all’ansia.

In alcune persone, lo stress si associa a una sensazione di paura e angoscia.

Il primo passo per combattere lo stress è riconoscerlo e capire quali sono le nostre reazioni.
Trovare con l’aiuto di un esperto quali attività possono aiutarci a rompere il circo vizioso di accumulo di tensione e piano piano ritrovare ritmi più sani ed equilibrati.
Tra le tante possibili attività delle lezioni di Do In e stretching  dei meridiani, sono di certo utili e possono aiutare ad aumentare l’attitudine all’ascolto del corpo e dei suoi bisogni.  Uno stile di vita che aumenta la consapevolezza e la presenza a noi stessi è di certo un’ottima prevenzione .

Ricevere con regolarità trattamenti shiatsu, oltre a prevenire gli effetti negativi dello stress ci può aiutare a scoprire e valorizzare i nostri potenziali e rendere la nostra vita più stimolare, aiutarci nelle fasi di passaggio stagionale  facilitando l’espressione della nostra creatività in sinergia con l’ambiente circostante e in armonia con ritmi della natura.

 

 

Tra emozione e saturazione…il disagio del corpo all’arrivo della primavera

Consigli e strategie per superare disagi stagionali e non solo.

Le prime giornate di sole ci regalano tepore e risveglio, ma insieme alla natura si risveglia anche il nostro corpo.
Antiche tradizioni ci invitano a un periodo di depurazione (quaresima), malgrado la tendenza attuale di ignorare questa tradizione.
La Quaresima è una delle tradizioni più intelligenti mai concepite dall’uomo. Il fatto di dare un riposo agli organi interni togliendo la carne – carnevale vuol dire “togliere la carne” (carne levàmen) – e altri cibi troppo ricchi come cioccolata,  ecc. è un modo per rigenerarsi ogni anno e di alleggerire la mente, rendendola più ricettiva a riflessioni spirituali o meno mondane.
Visto gli eccessi della dieta moderna diventa ancora più importante questo tipo di pulizia,  ma non sempre basta
Validi aiuti li possiamo trovare nei consigli di un buon naturopa, in un ciclo di trattamenti shiatsu che ci permette di liberarci di vecchie e inutili tensioni, e nella tecnica della dott. Devi Nambudripad NAET.

Per apporfondire vi invito a partecipare a questo incontro informativo

Relatrici
Nadia Simonato Docente e Operatice Shiatsu e Filosofia Orientale, Operatrice  NAET
Matilde Vindigni Naturopata e Floriterapeuta

Venerdì 16 marzo 2012
Ore 20.30     Ingresso libero
E’ gradita una conferma  -info@tairere.it
Marisa Martinelli  3339455084    –  Nadia Simonato   3357050842
http://www.shiatsunaet.wordpress.com

Studio di Psicologia
Viale delle Terme 136     Montegrotto Terme PD

Un nuovo antidolorifico a costo zero!

Un recente studio scientifico ha dimostrato che incrociando  le mani possiamo  alleviare il dolore.

Il risultato dello studio è pubblicato sulla rivista Pain.

Giandomenico Iannetti, l’autore principale dello studio in questione svolto all’University College di Londra, spiega: “Nella vita quotidiana si usano per lo più la mano sinistra per toccare le cose sul lato sinistro del mondo, e la mano destra per il lato destro del mondo – per esempio quando prendiamo un bicchiere d’acqua alla nostra destra, in genere, tendiamo ad allungare proprio la mano destra. Incrociare le mani dà luogo a una mancata corrispondenza” tra quanto è usuale ed i comandi che il cervello deve impartire al corpo. Questo rende più difficile, per il cervello stesso, trattare il dolore,  perché è costretto a lavorare, non in modo automatico, per occuparsi degli altri stimoli.

Si ricuce così, almeno in parte, la normale sensibilità del nostro cervello.

Il curioso risultato è la diretta conseguenza del fatto che l’area del nostro cervello che contiene le mappe, rispettivamente, della parte destra del nostro corpo e della parte destra dello spazio esterno vengono abitualmente attivate insieme (per inciso, in prevalenza, dalla parte sinistra del cervello), il che è molto efficace nel processamento degli stimoli sensoriali.

“Quando incrociamo le braccia” prosegue Iannetti, “le due mappe non vengono attivate insieme, così l’elaborazione degli stimoli sensoriali da parte del cervello, è meno efficace ed efficiente, inclusa l’elaborazione delle sensazioni di dolore”.

Secondo il ricercatore questa scoperta potrebbe portare a nuove modalità per trattare il dolore, proprio servendosi del semplice movimento delle mnai con il conseguente momento “confusione” del cervello.

Ovviamente un simile escamotage non è un potente analgesico, “ma” aggiunge Iannetti, “stiamo testandolo su persone con dolore cronico alle mani” ed i primi risultati sono soddisfacenti.

Si tratta di  un nuovo passo in avanti nella possibilità di utilizzare al meglio le nostre potenzialità senza, necessariamente, ricorrere all’assunzione di farmaci o altre sostanze per combattere o, almeno, alleviare il dolore.

È un’ulteriore prova di quanto siano sorprendenti ed affascinanti il nostro corpo e la nostra mente.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: